Sulla costiera d’oriente, affacciati là dove il sole arriva ogni giorno per primo coi suoi raggi, rivivi le tradizioni di chi abita ancora ed ha vissuto per primo, designando l’identità del territorio
Dove i greci trovarono un rifugio dai rigidi inverni del loro entroterra, ancora oggi si trovano in asilo numerose persone alla ricerca del proprio benessere e di quell’autenticità rimasta inalterata dai tempi dei primi coloni
Dove il sole instancabilmente nasce ogni giorno per donare luce nuova, si può assistere allo splendere del proprio benessere, vivendo in simbiosi con il territorio circostante, conciliando la propria vita lavorativa e personale
Quando si è a tavola, anche l’occhio vuole la sua parte. Dove i sapori fondono le due nature del territorio, della pesca e della spontaneità della terra, panorami e paesaggi urbani sono il piatto adatto per assaporare al meglio questo luogo
Lì dove il territorio più ripido ed aspro si intreccia con la sinuosità delle coste e la piacevole calma del mare, il paesaggio è così ricco da doversi dividere la sua bellezza tra terraferma e sott’acqua.
Nell’entroterra pugliese, dove i fiumi scarseggiano d’acqua, è dagli alberi che sgorga un liquido ancora più prezioso: da ogni ulivo infatti, numerose sono le gocce d’olio che vengono create, oro autentico del territorio, ricco di sapore e di profumo.
Un paesaggio cinematografico, colorato vivacemente dai colori naturali, è il set giusto per la Bella del luogo; nessun’attrice però! Bensì la “Bella” del gusto, una delle dive del sapore, è la protagonista dell’esperienze culinarie che il territorio offre!
Scenario di confine, Spinazzola si affaccia ad ovest sulla Basilicata, a cui è appartenuta fino a quando Gioacchino Murat, ridisegnando le provincie del Regno, ne decretò il passaggio in Terra di Bari.
In un paesaggio incantevole, dove la Puglia e la Basilicata si abbracciano e dove si creano connessioni, sprigionando energia positiva e scoprendo un legame profondo con l’ambiente circostante.
Una Sella a cavallo di due regioni, sentieri già battuti da Federico II e le sue truppe, con la meta di raggiungere il misterioso Castello in cima alla collina. Lasciarsi guidare dalla curiosità, dalla sete di cultura e di conoscenza che hanno caratterizzato la sua storia.
Trovarsi nel luogo dove i poeti si riunivano per misurarsi in dispute di versi improvvisati all’ombra degli aranci, oggi crocevia tra arte e cultura; un angolo dove le radici medievali di Firenze si intrecciano con la cultura contemporanea tra movida, locali, incontri, eventi.
Fatti guidare alla scoperta dei colli concedendoti piacevoli momenti. Lasciati attraversare dagli odori, dai sapori e dalle sensazioni che il luogo offre. Ricerca con il giusto passo l’armonia del corpo nello spazio e godi del gusto mielato della natura.
Nel nucleo dei borghi si celano aneddoti, stili di vita e segreti affascinanti, custoditi gelosamente in antiche strutture che i più curiosi riescono a esplorare.
L’identità di un luogo la si coglie attraversandolo. Solo così ritroveremo, fra mente e cuore, tra ruderi e scorci, i simboli e le tracce del lavoro di chi lo ha vissuto.
Un salto nel tempo a cavallo di un mezzo di ultima generazione, tra vecchi ritmi del borgo e le rovine di quella che in passato era la roccaforte di un territorio protagonista dei tempi.
A cosa servono i riti? Tra le campagne di Irsina, vivere la magia dei gesti, dei movimenti, degli strumenti in grado di amplificare i sensi e le emozioni, partecipando a un rituale unico ed entrando in contatto con la propria musica interiore.
A volte per cogliere gli aspetti salienti di uno scenario, di un progetto, può servire abbandonare la visione d’insieme per dedicarsi ai dettagli. Accade anche nel quotidiano, quando lo zoom ci aiuta a scovare quel particolare poco visibile ma allo stesso tempo determinante.
Cos’altro è la natura se non una forma di benessere a portata di mano? Dovremmo cogliere questa opportunità ogni qual volta ci troviamo in contesti come questo, in grado di dare un senso ai nostri sensi. Portare con se quello che la natura ci offre, la sua semplice complessità, ci riporterà alle origini della vita. Tutto troverà una spiegazione.
Storia e tradizioni per riconoscere attraverso il palato i tratti identificativi di un luogo. Ci facciamo accompagnare da chi il processo produttivo lo domina e lo percorre quotidianamente trasformando in qualità l’esperienza, in prodotto la materia prima.
La Toscana, è lo scenario di questa esperienza tra arte e lavoro, tra concentrazione e ispirazione. Da sempre luogo di raffinate manifestazioni del talento artistico, le colline Toscane diventano il luogo ideale per poter approfondire qualsiasi tipologia di progetto. La campagna Toscana, disegnata e tutelata per secoli può ancora fornire l’energia necessaria a chi, immerso in un armonico equilibrio tra paesaggio naturale e paesaggio antropico, volesse trarne beneficio fisico e mentale. “E goder voi potrete? Lo voglio…”.
La messa in scena è qualcosa che ha sempre a che fare con la nostra esperienza, sotto forma di racconto o di mistero. IL palcoscenico è il luogo migliore per interpretare quanto accaduto in passato, ancor più se a questo si aggiunge l’immagine che coglie gli attimi salienti di chi ci ha preceduti. Ognuno di noi, saltuariamente dovrebbe sentirsi un po’ regista e un po’ attore della propria vita, lasciandosi andare e calcando il palcoscenico da cui osservare il passato con uno sguardo proiettato al futuro.
Valpolicella, dove storia e cultura si mescolano ai profumi dei vigneti e ai colori dei ciliegi dando origine a prodotti d’eccellenza. Bagnata dal fiume Adige, si dice che il nome di questo luogo meraviglioso derivi dal latino Vallis – Polis – Cellae, che tradotto letteralmente significa “valli dalle molte cantine”.
Tangibile è il valore del territorio e dei suoi frutti, dei suoi colori, tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno. Meno tangibile l’eleganza e la sobrietà che scaturiscono dall’invisibile valore aggiunto delle emozioni che proverai percorrendo itinerari e condividendo attività che trasmettono la consapevolezza di appartenere ad un’unica umanità
Un cinema naturale, tra cavità carsiche, architetture rupestri e luoghi mozzafiato. Alla ricerca di 007, sporchi di farina! Ricalca le orme di attori famosi, di intere troupe che hanno vissuto un periodo della loro storia in questi borghi, scopri un nuovo stile di vita.
Seguendo i passi di un monaco durante la vinificazione, si scoprono vitigni, canti e cantine profonde, luoghi antichi di riposo e di goliardia popolare. I simboli dell’uva, dopo essere stati vissuti, vengono impressi su manufatti di argilla, per trattenere i sogni che aiutano la crescita spirituale.
Dalla terra nasce l’acqua che scorre e si dirama in un lungo viaggio fatto di meraviglia e stupore. Segui la forza del suo flusso e scorri con lei tra i Sassi di Matera alla scoperta di un luogo fantastico, scrigno di meraviglie. Tra i suoi tesori, custodito in una roccia tufacea, potrai ammirare e assaporare l’olio di oliva. Due elementi, comunemente separati, convivono magicamente nello stesso ambiente.
Il vortice della trottola come metafora di un mezzo per viaggiare nel tempo. L’arte di modellare un gioco antichissimo in comune a tutte le culture del mondo, si affianca ad una tecnologia moderna che immerge nei luoghi e tra i protagonisti di epoche passate.
Chiudete gli occhi e immaginate di tuffarvi nel mare turchese e di rilassarvi su una spiaggia nascosta. Ora apriteli, sarà la vostra Sardegna.
L’unica soluzione per sentirci parte di una comunità è considerare il luogo in cui viviamo allo stesso tempo città e piccolo agglomerato. I segni dell’agglomerato che fu li ritroviamo nella città attraverso la conoscenza della storia di ogni singola persona che ci accompagnerà in questo viaggio tra spazio e tempo.
Tra le più antiche città indipendenti della Lucania, Potentia (la potente) deve il suo nome alla dominazione dell’impero romano, fino alla quale essa mantenne la sua libertà. L’accortezza e la sapienza di Roma valorizzarono la posizione geografica e strategica della città tramite l’apertura di strade importanti, rendendola uno dei primi nuclei del nascente cristianesimo lucano.
Gli strati si confondono e si mescolano in un’unica esperienza, arte, archeologia, natura, storia, architettura. Paesaggio a misura d’uomo che trae le sue origini da antiche civiltà che hanno lasciato tracce indelebili della loro grandezza, oggi evolutasi in nuove forme di arte e artigianato.
La natura ci offre la grande opportunità di poter percorrere i suoi spazi e allo stesso tempo trasformare il nostro cammino in una metafora della nostra stessa evoluzione. Il bosco come contenitore delle nostre riflessioni e allo stesso tempo come contenuto a cui attingere per il benessere dei nostri sensi.
Le venature del legno sono come i nostri anni, ci raccontano l’esperienza della natura nell’aver saputo gestire la complessità della diversità. Le mani di sapienti artigiani ci aiutano a entrare in contatto con uno dei materiali più utilizzati di sempre, il legno. Vieni a incontrarli, scopri un nuovo stile di vita.
Potenza è il capoluogo di Regione più alto d’Italia ma in questo caso i brividi non derivano dal freddo! Vivere la natura, andare a fondo nella conoscenza delle produzioni locali, avere la possibilità di affrontare “voli” mozza fiato…produrrà in voi sensazioni “da brivido”!
Come amplificare le emozioni, come affrontare con curiosità la conoscenza dei luoghi e delle peculiarità di un territorio che è sempre l’immagine di una comunità, che negli anni ha costruito saperi, tradizioni, scorci.
Il paesaggio come teatro. I protagonisti di una pièce teatrale portano sul palcoscenico caratteri e personalità del variopinto genere umano, esattamente come le erbe rappresentano la diversità di un territorio ricco e generoso. Vieni a conoscerle, scopri un nuovo stile di vita.
Per gli antichi greci la Sardegna era una terra felice, libera, con una civiltà ricca e raffinata: oggi vi raccontiamo una storia, la nostra.
Potenza città delle scale ma anche territorio ricco di risorse agroalimentari e di antiche tradizioni culinarie. Ci potremo immergere nel contesto assaporandone le sue sfumature in un crescendo di esperienze formative e laboratoriali.
Vivere un territorio partendo dall’apprendere e apprezzare i suoi gesti, profumi e sapori, un’immersione sensoriale nelle unicità del territorio murgiano.
Vivere il confine tra scenari, suoni e radici, coltivando relazioni e alimentando benessere. Un vero e proprio viaggio nella produzione del territorio entrando in contatto con chi quel territorio lo vive quotidianamente e crea storie da raccontare.
Cambia la tua prospettiva. Il tuo obiettivo da raggiungere non sarà la cima, ma tutte le emozioni che proverai durante la scalata.
Lontani dal mondo frenetico della vita quotidiana, un’immersione totale nei silenzi e suoni della natura, ammirando le sue meraviglie, scavando nelle origini più ancestrali dell’uomo e imparando ad usare i doni e gli strumenti che la stessa natura ci offre. Come una volta.
La fatica e il lavoro hanno scavato e inciso la memoria nel tufo, la storia prende forma attraverso la semplicità dei gesti. Il sapore risalta il legame tra passato e presente e le emozioni si rigenerano per guardare al futuro con moderno stupore.
Vivere la campagna significa tornare a scandire il tempo con ritmi ancestrali, ritrovare una tranquillità spesso dimenticata. Lavorare e godersi il paesaggio toscano è come immergersi in un’esperienza multi-sensoriale dove occhi, udito e olfatto si ritrovano in un’armonica danza.
Non capita di frequente di poter godere della tranquillità di una cima montuosa e contemporaneamente apprezzare la vista del mare. Il Parco Nazionale della Majella è questo: immergersi completamente nella natura, continuando il proprio lavoro, ma lavorando anche alla consapevolezza della capacità di individuare i propri limiti, attraverso escursioni e passeggiate coinvolgenti e avvincenti.
Una vera cattedrale, la coltivazione di Aloe a Martano. L’Architettura nella quale vivrete questa esperienza di viaggio/lavoro è l’equilibrio perfetto tra uomo e natura, tra spazi chiusi e aree all’aperto, tra campagna e agglomerato rurale. Ogni dettaglio, progettato dall’uomo o semplicemente da esso curato perché naturale, vi riconnetterà con la vita in un’armonica alternanza tra tutti gli elementi in grado di stimolare i vostri sensi.
A Bobbio esiste un ponte, detto “ponte Gobbo o Ponte del Diavolo”, così chiamato perché sghembo, storto, a quanto pare per mano del diavolo, narra la leggenda. Quale luogo migliore per un percorso di team building immersi nella natura misteriosa di un territorio antico, ricco di botteghe storiche dove assaggiare le prelibatezze del posto.
“TERRA DI BARI”, denominazione geografica per identificare un territorio di origine protetta, in cui l’oliva “Coratina” la fa da padrone. Dalla storia dell’oliva alla produzione di olio, alla scoperta di questa varietà così intensa e pungente, segno di proprietà preziose per la salute.
“N’derr alla lanz”, il tempio barese del pesce crudo. La baresità è un vero stato d’animo in cui immergersi e assaporarla lentamente. Nella costa barese il crudo di mare non è solo una tradizione gastronomica millenaria, ma una religione alla quale essere fedeli sempre.
La biodiversità murgiana, un raccolto alla scoperta delle specie erbacee spontanee, in cui assaporare profumi e sapori. Un itinerario che mira alla tutela e alla conservazione della biodiversità, imparandone l’utilizzo in cucina e in cosmetica.
Per conoscere la cultura di un territorio bisogna lasciarsi trasportare completamente da chi quella cultura la coltiva quotidianamente. Proprio come quando si ascolta della buona musica. Vieni a incontrare un artista, entra nella sua casa, scopri un nuovo stile di vita.
Un tuffo nel passato, un racconto di arti e di guerra, di eremi e santuari. Antichi mulini ad acqua che producono farine biologiche, vecchie fattorie che seguono colture innovative. Vieni a conoscere storia e sapori immersi nella natura, scopri un nuovo stile di vita.
Un territorio non è solo spazio ma anche tempo, dilatato e ricamato dalle geometrie che si ritrovano nei prodotti degli artigiani. Gli antichi nuclei urbani e la sapienza di quelle mani si intrecciano come trama e ordito della storia dei luoghi. Vieni a conoscerli, scopri un nuovo stile di vita.
Immergiti nella Puglia Federiciana tra Castelli, liquori e tradizioni sulle tracce dell’Imperatore che ha lasciato importanti ed evidenti segni sul territorio pugliese, permeati di contaminazioni tra oriente e occidente. Vieni a conoscerla, sperimentando un nuovo stile di vita.
Guardare la città attraverso l’obiettivo della macchina fotografica, fissare l’emozione in uno scatto e renderlo eterno. Fermare in un’immagine forme architettoniche, volti e storie per condividere uno stato d’animo, vivere la città in modo appassionante, scoprendo un nuovo stile di vita.
Un vero e proprio viaggio nella produzione del territorio. La terra, le lavorazioni, i prodotti, la passione, avvolgono come packaging la storia e la cultura dei luoghi. Vieni a sperimentare in prima persona valori profondi, autentici, scopri un nuovo stile di vita.
Essere o non essere. Per essere bisogna vivere e per vivere bisogna tuffarsi nella biodiversità dei luoghi e dei popoli che li abitano, conoscendone tradizioni, cultura e storia. Vieni a sperimentare in prima persona valori profondi, autentici, scopri un nuovo stile di vita.
Scopri un nuovo stile di vita, parti per un viaggio a due velocità: lenta e veloce, indoor e outdoor, in luoghi ibridi e incontaminati, attraverso forest bathing e sport su pista, ascoltando storie antiche e moderne, conoscendo vecchi mestieri e imparandone di innovativi.
Da sempre il mare simboleggia il desiderio di libertà, di andare oltre i confini, di esplorare, di pensare, di meravigliarsi continuamente, di vivere in diversi posti nel mondo. Condividi questo sogno romantico e scopri un nuovo stile di vita.
Un territorio è fatto di persone e l’esperienza più profonda che si possa fare è quella di entrare in contatto con chi quel territorio lo vive quotidianamente e ama raccontarne le storie. Vieni a incontrarle, entra nelle loro case, scopri un nuovo stile di vita.
Il palato va curato e massaggiato esattamente come il nostro corpo. Un viaggio nelle tradizioni locali, tra produzione e degustazione, per comprendere l’origine delle eccellenze offerte dal territorio e assaporarle con consapevolezza, sperimentando un nuovo stile di vita.
Esiste una Puglia sotterranea, scavata nella pietra, nel tufo. La mano dell’uomo ha costruito e rinnovato nel tempo le città, lasciando alle cavità sotterranee il compito di raccontare millenni di storia. Vieni a conoscerla, sperimentando un nuovo stile di vita.
Vieni a scoprire un nuovo stile di vita attraverso un viaggio nella ruralità e nella terra che ci avvicina alle nostre origini. Nuovi luoghi per ispirare idee e condivisione, creatività e conoscenza, un’esperienza che resterà per sempre impressa nella tua memoria.

Italia Smart Working Place

Progetto dedicato alla Pubblica Amministrazione

Soluzioni per le aziende

Migliora il Work-Life Balance dei tuoi collaboratori

Registra il tuo coworking

Spazi di lavoro per i team aziendali